Come conoscere i guasti di una caldaia

Capire come funziona una caldaia dell’ acqua calda è necessario per mantenerla in vita a lungo. Abbiamo preparato questa guida anche per riconoscere i problemi comuni che ne bloccano il funzionamento e cercare di risolverli. Quali strumenti utilizzare, come comportarsi quando non da’ piú cenni di vita. Occorre ovviamente possedere una buona manualità, pazienza, un set di strumenti per lo smontaggio. Alla fine se tutto ciò non dovesse funzionare, la cosa migliore da fare è quella di chiamare una ditta di riparazione caldaie.

Come funziona una caldaia per acqua calda?

Un impianto di riscaldamento ad acqua calda è costituito da un boiler per riscaldare (ma non bollire) l’acqua, una rete di tubi che distribuisce l’acqua e da radiatori che riscaldano le varie stanze. I controlli includono un indicatore combinato che consente di controllare la temperatura e la pressione dell’acqua e consente di sapere quando la caldaia ha bisogno di acqua o non funziona correttamente. In alcuni sistemi, una valvola di riduzione della pressione si occupa automaticamente dell’acqua. Il sistema tipico ha anche un serbatoio di espansione che deve essere adeguatamente caricato con aria per impedire l’ebollizione dell’acqua. I sistemi più recenti di solito localizzano il serbatoio di espansione sul soffitto del seminterrato vicino alla caldaia; includono anche una valvola di spurgo per rilasciare l’acqua e far entrare l’aria secondo necessità.

Perchè smette di funzionare la caldaia

Poiché hanno poche parti meccaniche, i sistemi di riscaldamento ad acqua calda funzionano in genere in modo affidabile per molti anni. I problemi più comuni hanno a che fare con il serbatoio di espansione o con la parte elettronica di controllo. Ecco alcuni sintomi di problemi comuni:

  • Mancanza di produzione di acqua calda anche parziale
  • Perdite di acqua dalla caldaia
  • Il sistema non si accende
  • Le tubature potrebbero emettere un rumore metallico.

Alcune problematiche relative alle caldaie

Se l’unità non produce calore, sollevare il termostato, controllare interruttori, fusibili, interruttori automatici e il livello dell’acqua. Controllare anche i controlli di sicurezza del bruciatore.
Se l’unità non produce abbastanza calore, controllare l’indicatore combinato, quindi il serbatoio di espansione . Successivamente, lavare la caldaia per rimuovere il calcare che blocca il flusso dell’acqua. Se l’acqua fuoriesce da un tubo del sistema di riscaldamento, provare a ripararlo da soli.
Se solo alcuni radiatori nel sistema si riscaldano, spurgare l’aria dalle unità fredde .

Se c’è un rumore cronico, controlla la pendenza di tutte le linee di ritorno; devono essere inclinati verso la caldaia per funzionare correttamente.
Se un singolo radiatore si scalda solo leggermente, ma in modo uniforme, l’acqua potrebbe rimanere intrappolata all’interno. Assicurarsi che il radiatore sia inclinato verso il ritorno; se così non fosse, inserire uno spessore di legno sotto l’estremità opposta al ritorno.

La pressione dell’acqua in una caldaia ad acqua calda viene automaticamente mantenuta da una valvola di riduzione della pressione. Controllare periodicamente la sagoma combinata e chiamare un tecnico esperto se la valvola necessita di riparazioni o sostituzioni. Se il sistema non ha valvola di riduzione della pressione, è possibile alimentare manualmente la caldaia aprendo la valvola dell’acqua di alimentazione e chiudendola di nuovo quando la pressione raggiunge la pressione di 1 o 1,5 bar.

Ecco come leggere il manometro. Il puntatore in movimento mostra la pressione effettiva. Il puntatore fisso indica la pressione minima. Se il puntatore in movimento scende al di sotto del minimo, il sistema ha bisogno di acqua. L’indicatore di temperatura inferiore mostra la temperatura dell’acqua. La temperatura massima dell’acqua della caldaia viene impostata muovendo un puntatore lungo la scala mobile . La pressione non deve scendere sotto 1 bar e non salire piú di 1,5 bar.

Se la pressione è eccessiva dobbiamo far sfiatare ogni radiatore finché la pressione non raggiunge 1 bar. Se la pressione scende al di sotto di 1 bar, aggiungere più acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *